Genoa-Torino: i precedenti

0
349

Una classica del nostro calcio quella tra Genoa e Torino, che sabato nel tardo pomeriggio si affronteranno a Marassi. I precedenti nella massima serie sono 47, con 24 vittorie 14 pareggi e 9 successi piemontesi, due negli ultimi incroci: il 21 aprile una rete di Ansaldi in avvio di ripresa regalò tre punti non meritati per quanto fatto vedere in campo dalla squadra di Mazzarri, con gran parte del pubblico che restò fuori dai cancelli in contestazione alla proprietà ; quel pomeriggio pre-pasquale si infortunò Sturaro, rientrato solo lunedì scorso contro la Spal e Sirigu fu l’autentico protagonista, con alcuni interventi che negarono la rete ai ragazzi di Prandelli.

Il 20/5/2018 le reti di Iago Falque e Baselli, con gol di Pandev per i rossoblù, interruppero un digiuno di successi granata che durava dal 13/9/1981, quando Paolo Pulici decise il confronto ad una decina di minuti dal termine, lo stesso “Puliciclone” segnò una doppietta nello 0-2 del 21/4/1974.

Prima di questa doppia vittoria del team di Urbano Cairo arrivarono tre successi del Grifo: il 21/5/2017 le reti di Rigoni e Simeone , con gol ospite di Ljajic, permisero di ottenere tre punti molto importanti in ottica salvezza, l’anno precedente, era il 13 Marzo, la doppietta di Ciro Immobile venne vanificata dalla grande rimonta firmata dall’ex Alessio Cerci, a segno due volte su rigore e dalla prodezza finale ancora di Rigoni.

Senza storia il match della stagione precedente, il 15/5/2015 la scatenata squadra di Gasperini inflisse la “manita” ai malcapitati avversari, con reti di Falque , pareggio temporaneo in avvio di ripresa di El Kaddouri e crescendo genoano grazie a Bertolacci, Pavoletti e Tino Costa, a segno due volte.

L’ultima divisione della posta è vecchia di quasi sei anni, il 30/11/2013 Biondini pareggiò il vantaggio ospite di El Kaddouri.

Vittorie larghe dei padroni di casa , entrambe per 3-0, nel 2008 e 2009, nel primo caso segnarono Di Vaio, Borriello e Sculli, l’anno dopo Biava, Jankovic e Thiago Motta.

Il pallone racconta che il 26/12/1948 il Genoa affrontò al “Ferraris” il Grande Torino e fu quella l’ultima volta che quella fantastica squadra fu ospitata dai rossoblù, dopo poco più di quattro mesi avvenne la tragedia di Superga: un Torino in versione “natalizia” e con molte assenze venne seccamente sconfitto per 3-0 con le reti di Mazza, Pellicari e l’autogol di Operto, i rossoblù erano guidati da Federico Allasio, torinese, padre dell’attrice Marisa, che giocò in maglia granata tra il 1932 ed il 1941;  quel giorno disputò l’unica partita da titolare nel Grande Torino Ruggero Grava, nato in Friuli ma trasferitosi da piccolo in Francia, attaccante di peso che era chiuso in quella squadra dal grande Gabetto e scomparso insieme ai suoi compagni nella tragedia sulla collina che domina Torino il 4 Maggio 1949; grazie a quel successo Verdeal e compagni scavalcarono proprio il Toro in testa alla classifica (era la 17° giornata) in una stagione che vide l’ennesimo ed ultimo trionfo dei campioni granata, con il Genoa che concluse a quota 40 in settima posizione.

Marco Ferrera