Sampdoria-Lecce: i precedenti

0
114

E’ il 19 Maggio 1991, Genova è inondata da uno splendido sole e la Sampdoria costruita da Paolo Mantovani corona un decennio fatto di successi e soddisfazioni conquistando uno storico e fantastico scudetto. Pagliuca, Mannini, Katanec, Pari, Vierchowod, Pellegrini, Lombardo, Cerezo, Vialli, Branca e Dossena con i subentrati Invernizzi e Mikhailichenko (Mancini era squalificato) furono gli uomini che quel pomeriggio schiantarono per 3-0 il Lecce dove giocava un giovane Antonio Conte, espulso nel corso della partita,  con tre reti nella prima mezz’ora, di Cerezo, Mannini e Vialli che misero in ghiaccio il risultato prima che il triplice fischio di Lanese da Messina desse il via alla festa collettiva.

Ben diversa l’odierna realtà, con i blucerchiati che si approcciano al decimo incontro stagionale da fanalino di coda, a quota quattro, affrontando la neopromossa salentina capace nelle ultime due giornate di fermare Milan e Juventus e di ottenere finora sette punti dalle quattro trasferte, con le vittorie a Ferrara e Torino granata oltre al punto strappato al Milan a S.Siro.

I precedenti in serie A sono 11, con 7 vittorie della Samp e 2 tra pari e successi esterni; proprio nell’ultimo incrocio, era il 10/4/2011, i pugliesi vinsero 2-1 grazie alle reti di Di Michele e Olivera, per la Samp che retrocesse a fine stagione andò a segno Maccarone, in quel Lecce giocava un giovane Andrea Bertolacci.

L’ultima vittoria blucerchiata il 16/11/2008, finì 3-2 grazie a Del Vecchio, Cassano e Stankevicius che resero ininfluente la doppietta di Tiribocchi, quel Gennaro Del Vecchio che fu protagonista nell’altra vittoria giallorossa, ultima giornata della stagione 2005-2006, un 3-1 con reti del futuro blucerchiato e doppietta di Konan, con rete doriana di Flachi.

Il 28/3/2004 una rete ancora di Konan nel recupero fissò sul 2-2 il risultato dopo una doppietta di Flachi, nella stagione successiva Diana, Kutuzov ed Edusei fissarono un secco 3-0.

Il primo confronto nella massima serie è datato 10/11/1985 , il classico 2-0 fu firmato dallo scozzese Greame Souness e dal rigore di Mancini, Victor Munoz, Vialli e Loris Pradella entrarono nel tabellino nella stagione 88-89, il terzino arrembante Amedeo Carboni fu il marcatore nella sfida del 8/4/1990, mentre i gol d’autore di Jugovic e Platt decisero il match del 12/9/93 , con il leccese Gerson a segno per il 2-1 finale.

Marco Ferrera