Sampdoria-Inter: i precedenti

0
139

Sabato alle 18 in questa prima fase stagionale che non concede tregue la Samp, fanalino di coda con la Spal, ospita la capolista Inter, a punteggio pieno dopo cinque partite. I nerazzurri sono la squadra che ha vinto più spesso nella Marassi blucerchiata, nei 62 precedenti ha prevalso il “biscione” 29 volte, con 21 pareggi e solo 12 vittorie interne. Lo scorso 22 settembre dopo due reti annullate agli ospiti con il Var ed una rete non convalidata a Defrel nel finale, il fortino blucerchiato crollò solo al quarto minuto di recupero, con il tiro di Brozovic che infilò Audero tra una selva di gambe.

Ben più pesante fu la sconfitta inflitta dagli uomini di Spalletti nel marzo precedente, finì addirittura 5-0 con poker di Icardi e singola di Perisic , la Samp non vince da quasi tre anni, era il 30/10/2016 quando Quagliarella di sinistro capitalizzò lo scambio in velocità tra Bruno Fernandes e Linetty, con una traversa nel finale di Palacio che fece tremare i padroni di casa, il 4 ottobre dell’anno precedente finì in parità, con la prodezza di Muriel dopo sontuoso spunto di Pereira che venne vanificata ancora da Perisic ad un quarto d’ora dallo stop.

Samp vincente nello stesso anno solare, era il 22/3/2015 quando decise una sassata su punizione di Eder da oltre venticinque metri.
Il fischiatissimo Icardi spesso protagonista contro la sua ex squadra, nell’aprile 2014 realizzò una doppietta con Samuel e Palacio che arrotondarono lo score, l’ex genoano segnò una doppietta nella vittoria esterna della stagione precedente.
L’anno in cui la Samp retrocesse, era il 27/2/2011, Sneijder ed Eto’o entrarono nel tabellino dei marcatori mentre la stoccata di Pazzini fermò la marcia trionfale dell’imbattuta formazione di Mourinho il 26/9/2009, Aimo Diana, stantuffo dell’undici di Novellino con il vizio del gol, realizzò una doppietta nell’ottobre 2005, con Cambiasso e Cordoba marcatori del “Biscione”.

Negli anni novanta ricordiamo due rotonde vittorie per 4-0: il 22/9/1991 i campioni d’Italia blucerchiati s’imposero con doppietta di Lombardo e reti di Mancini e Vialli, il 21/3/1999 la perla di Ortega e la tripletta di Montella regalarono una gioia nella stagione che si concluse con una retrocessione nella fatal Bologna…

L’anno solare 1990 si chiuse con una splendida vittoria per 3-1 con “Stradivialli” autore di una doppietta ed una Samp straripante nonostante gran parte dell’incontro disputato in dieci per l’espulsione di Mikailichenko, il 19/3/1989 il gol di Mandorlini fu fondamentale per la rincorsa allo scudetto dell’undici di Trapattoni,

Vialli e Cerezo decisero il match del successivo dicembre. Spesso l’Inter come detto in avvio ha ottenuto l’intera posta, drammatica dal punto di vista sportivo fu la sconfitta del 11/1/1976, un 2-0 a tavolino dopo che sul campo era terminata 2-1 per i nerazzurri di Chiappella, con invasione di campo e conseguente squalifica del campo per tre turni dopo l’annullamento da parte di Ciacci di Firenze della rete di Rossinelli per un inesistente fuorigioco , gol che avrebbe significato il definitivo pari per 2-2 dopo le reti di Oriali, Saltutti e Boninsegna, anche nel dicembre successivo i doriani recriminarono per un’incornata al novantesimo di Giacinto Facchetti.

Altre due pesanti cinquine per l’Inter, il 19/12/1965 doppietta di Mazzola e gol di Facchetti, Bedin e Jair, l’imprendibile ala brasiliana mise a segno una doppietta il 26/4/1970 (le altre marcature portarono la firma di Bertini, Mazzola e Vanello) , era l’ultima giornata di campionato.

Anche il primo confronto della storia arrise ai meneghini, con un rotondo 5-1 e gol della bandiera di Baldini, per la prima vittoria si dovette attendere il 24/5/1953, quando terminò 2-0 grazie alle prodezze di Galassi e Bassetto, nell’aprile 1961 Sergio Brighenti mise a segno un splendido poker nel 4-2 finale sui rivali nerazzurri.

Marco Ferrera