Genoa-Atalanta: i precedenti

0
106

La vittoria per 3-1 del 22 dicembre dello scorso anno, prima vittoria per Prandelli sulla panchina rossoblu, interruppe una serie di tre vittorie consecutive bergamasche al “Ferraris”. Nel pomeriggio pre-natalizio fu una gara di grande sofferenza nella prima frazione, con Radu che respinse un rigore di Ilicic, poi dopo un palo di Gomez ed un predominio degli uomini di Gasperini arrivò nel recupero del primo tempo la testata di Piatek deviata nella propria rete da Toloi. Zapata pareggiò su rigore in avvio di ripresa ma a metà tempo, con i lombardi che spingevano per ottenere i tre punti, arrivò la gran rete di Lazovic, con Piatek che nel finale incastrò la palla nel sette per il trionfo finale.

Nei 35 precedenti sono 13 le vittorie genoane con 11 tra pareggi e vittorie ospiti: nel dicembre 2017 vinse in rimonta la “Dea” dopo il vantaggio siglato da Bertolacci grazie ai sigilli di Ilicic e Masiello, la primavera precedente i nerazzurri calarono la “manita” sulla malcapitata squadra di Mandorlini, con Gomez a segno tre volte e singole di Conti e Caldara, anche nella stagione precedente vinse l’Atalanta di Edy Reja con reti di D’Alessandro e Kurtic intervallati dal pari di Pavoletti.

L’ultimo pareggio è datato 6 gennaio 2015, terminò 2-2 con Falque e Matri che rimontarono il doppio svantaggio di Zappacosta e Maxi Moralez, l’anno precedente solo una rete sul suono della sirena di De Luca impedì la vittoria, dopo l’acuto di Bertolacci.

La penultima vittoria dei padroni di casa è vecchia di quasi dieci anni, il 24/1/2010 i gol d’autore di Palacio e Crespo consentirono di ottenere i tre punti alla truppa di Gasperini , il 2-1 del 24/4/1994 con i gol di Skuhravy e Ciocci e gol nerazzurro di Saurini permise all’undici di Scoglio la salvezza anticipata, il 2-0 esterno della stagione 1991-92 firmato Bianchezi e Caniggia pose fine ad una lunga imbattibilità casalinga di trenta partite.

I più attempati ricorderanno un clamoroso errore del portiere genoano Tarocco che il 19/3/78 si fece sfuggire un innocuo tiro cross del futuro grifone Manueli per lo 0-1 finale, l’Atalanta esordì nella massima serie a girone unico proprio in riva al Bisagno, il 12/9/1937 i bergamaschi, guidati pensate un po’ da Ottavio Barbieri, impattarono 0-0 contro un Genoa sulla cui panchina era ritornato dopo un decennio il mitico William Garbutt, vincitore in precedenza di tre scudetti con il Grifone, il “mister” per antonomasia, lui che era inglese e fu il primo ad adottare il “sistema” in Italia, un modulo di gioco chiamato anche WM dalla disposizione sul terreno dei calciatori, di fatto un 3-2-2-3.

Marco Ferrera