Sampdoria-Lazio: precedenti quasi in parità

0
324

Bilancio quasi in parità quello tra Sampdoria e Lazio che a Genova si sono affrontate nella massima serie 52 volte, con 18 vittorie doriane e 17 tra pareggi e successi biancazzurri.

Da due stagioni i capitolini ottengono l’intera posta: il 3/12/2017 possiamo parlare di una beffa per la squadra di Giampaolo, in vantaggio dopo una decina di minuti della ripresa grazie a Zapata che sfruttò il ponte aereo di Quagliarella, nel finale si compì l’aggancio laziale con Milinkovic in mischia ed il sorpasso con la rete nel recupero di Caicedo.

Il 10 dicembre dell’anno prima la vittoria ospite fu più convincente anche se con lo stesso punteggio, due reti di Milinkovic e Parolo indirizzarono il match nella prima frazione con la rasoiata di Schick dal limite che arrivò quasi al novantesimo.

L’ultima vittoria blucerchiata è del 24/4/2016, tre punti fondamentali in chiave salvezza per l’undici di Montella, con la Lazio subito in vantaggio grazie all’incornata di Djordjevic, la Samp in balia degli avversari rischiò più volte di subire il raddoppio prima del pari di Fernando, favorito da uno splendido velo di Quagliarella. Viviano diventò decisivo sventando prima una conclusione a colpo sicuro di Keita e neutralizzando subito dopo un rigore calciato male da Candreva, nella ripresa ancora gli ospiti fallirono una rete clamorosa con Djordjevic prima del gol in coabitazione tra De Silvestri e Diakité, dopo la traversa colta da Silvestre ed a tempo scaduto Viviano fu strepitoso su una punizione di Biglia.

Il 16/5/2015 fu decisivo il gol di Gentiletti, l’ultimo pareggio è quello del novembre 2013, una divisione della posta beffarda per la Samp appena presa da Mihajlovic al posto di Delio Rossi, nel giorno della prima rete in serie A di Soriano ed il pari nel recupero di Cana.

Il 29/8/2010 una Samp reduce dall’eliminazione subita pochi giorni prima in Champions ad opera del Werder Brema s’impose per 2-0, con reti di Cassano e Guberti , con Fantantonio protagonista con il gol decisivo del 2-1 dopo quelli di Pazzini e Floccari il 7/3/2010.

Quagliarella e Volpi firmarono il 2-0 del 25/10/2006 , la Samp appena ritornata in A con Novellino alla guida perse due volte, nel settembre 2003 con Simone Inzaghi ed Albertini che vanificarono una fantastica incornata di Bazzani, l’anno successivo Di Canio su rigore fissò l’ 1-0 finale.

Un altro gol, questa volta di Bobo Vieri, il 25/4/1999 inferse un duro colpo alle speranze di salvezza della Samp di Spalletti, Roberto Mancini segnò una doppietta il 7/1/1990.

Tornando indietro nel tempo la prima rete in serie A di Bruno Giordano, aiutato da una deviazione di Bedin, punì la Samp di Bersellini nell’ottobre 1975, rimane indimenticabile la zuccata con cui Mario Maraschi nel finale superò la Lazio capolista di Tommaso Maestrelli il 10/2/1974.

Marco Ferrera