Sampdoria-Atalanta, i precedenti

0
202

Sono 46 i precedenti a Genova tra Sampdoria ed Atalanta, con 28 vittorie blucerchiate, 13 pareggi e 5 successi degli orobici, l’ultimo del 4/11/2012, quando l’undici guidato da Ciro Ferrara ed appena tornato nella massima serie venne sconfitto per 2-1, con rete di Bonaventura, pari di Enzo Maresca con una rovesciata da cineteca e gol decisivo di De Luca.
L’ultimo incrocio è datato 15 Ottobre 2017, la Samp andò sotto in una prima frazione dominata dagli ospiti per il colpo di testa di Cristante, nella ripresa si scatenò la squadra di Giampaolo a segno tre volte in un quarto d’ora con Zapata, Caprari e Linetty. Anche nella stagione precedente arrivò una vittoria ligure ancor più sofferta, con il gol ospite di Kessie e la rimonta firmata da Quagliarella su rigore e da Barreto, con un colpo di testa prima dell’intervallo, con una ripresa affrontata dalla squadra di Gasperini in dieci uomini per l’espulsione di Carmona.
L’ultimo pareggio è del 14/2/2016 e finì senza reti per il timido undici schierato da Montella, il 5/10/2014 fu decisivo l’ex Manolo Gabbiadini così come Mustafi determinò il risultato della stagione precedente; ben più rotonda la vittoria del 30/9/2007, la Samp di Mazzarri s’impose con un sonoro 3-0 con reti di Bellucci, Sammarco e Cassano, alla prima rete con la maglia doriana.
Scorrendo all’indietro la macchina del tempo Luisito Suarez, indimenticato campione spagnolo, fu glaciale nel trasformare il calcio di rigore a pochi minuti dalla fine che decise la partita del novembre 1971, con Heriberto Herrera sulla panchina blucerchiata e Guido Corsini, futuro mister, su quella lombarda; il 19/5/1985 era l’ultima giornata di una stagione molto proficua per la Samp , che a luglio vinse la sua prima Coppa Italia, il 3-0 sancì il quarto posto per la truppa di Bersellini che arrivò a quota 37 punti, a sei punti dal Verona scudettato, quel giorno segnarono Francis, Salsano e Mancini ed in campo nella difesa orobica c’era un certo Carlo Osti.
Un’autorete di Cesare Prandelli, centrocampista nerazzurro, decise la prima partita della stagione 1986-87 (era il 14 settembre), nell’anno che portò alla conquista della scudetto, il 21/10/1990, fu grande protagonista l’attaccante di scorta Marco Branca, autore di una doppietta nel 4-1 finale.
I bergamaschi si presero la rivincita sbancando per due stagioni consecutive il Ferraris: il 20/10/1991 i neo campioni d’Italia subirono un classico 2-0, con reti di Bianchezi e Caniggia con il portiere ospite Ferron, successivamente in blucerchiato, che parò un rigore a Mancini sullo 0-1, il 6 Dicembre dell’anno dopo fu letale un ex come Maurizio Ganz, autore di una doppietta (l’altro gol fu di Rambaudi) nel 3-2 finale, con gol della Samp di Mancini e Corini su rigore (era un’Atalanta allenata da Marcello Lippi)

MARCO FERRERA