Genoa-Spal: la storia dei 10 precedenti

0
142

Sono dieci i precedenti in serie A tra Genoa e Spal, lo scorso 31 Marzo finì 1-1, con Lapadula che in avvio si fece parare il penalty da Meret, per poi superarlo alla mezz’ora, sempre dal dischetto, trasformando un dubbio rigore decretato dal Sig. Giacomelli. Gli estensi rimasero in dieci per l’espulsione di Vicari ma furono capaci di pareggiare dopo un’ora di gioco con un ficcante contropiede condotto da Schiattarella e concluso da un preciso diagonale di Lazzari.

Per trovare il penultimo confronto dobbiamo riannodare il nastro dei ricordi ed andare al 26 Aprile 1964, una sfida decisa da uno dei più forti calciatori che abbiano mai vestito la gloriosa casacca rossoblù, quel Gigi Meroni che realizzò la rete vincente ad una decina di minuti dal termine. Lo straordinario attaccante del Grifone perì tragicamente poco più di tre anni dopo quando giocava nel Torino.

Da Pozzo, Bagnasco, Fossati, Colombo, Bassi, Rivara,Dal Monte, Pantaleoni, Meroni, Baveni e Bean i giocatori di quell’undici, guidati in panchina da Beniamino Santos, che nell’estate di quell’anno morì pure lui in un incidente stradale a soli quarant’anni.

Le due squadre diedero vita nel 1970-71, “campionatissimo di serie C”, ad un serrato testa a testa concluso con la vittoria del Genoa con due punti di vantaggio: il 21/2/1971 in un Ferraris gremito da oltre cinquantamila spettatori Arturo “Sandokan” Silvestri mandò in campo Lonardi, Rossetti, Bittolo, Derlin, Falcomer, Turone, Perotti, Maselli, Cini, Piccioni e Speggiorin e finì senza reti.

A livello di massima serie i successi genoani sono tre, con cinque pareggi e due vittorie biancazzurre, entrambe concentrate tra il 1959 ed il 1960: il 18/1/1959 larga vittoria ospite per 3-0 con una tripletta di Morbello, il 10 Gennaio del 1960 l’acuto di una leggenda della Spal, Oscar Massei, permise agli emiliani di ottenere l’intera posta.

Vittoria fondamentale quella del 18/4/1981, vigilia di Pasqua: era il campionato cadetto e le reti di Sebino Nela e Francesco Boito che al novantesimo fece esplodere Marassi vanificarono il vantaggio esterno siglato da Bergossi, due punti importantissimi per la promozione dell’undici di Gigi Simoni.

Marco Ferrera