Beni sequestrati a Ferrero, la replica della Samp

0
112

La Guardia di Finanza in questi momenti sta eseguendo un decreto di sequestro nei confronti di Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria.

L’indagine delle Fiamme Gialle riguarda anche altre persone, in totale sei, per cui i reati ipotizzati sono appropriazione indebita, truffa, emissione e utilizzo di fatture false, autoriciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita.

Accuse pesanti che per il patron blucerchiato riguardano soprattutto la cessione di Pedro Obiang nell’estate del 2015.  Il Nucleo di Polizia Valutaria avrebbe individuato la sparizione di 1,2 milioni di euro dalle casse di Corte Lambruschini.

Queste le notizie riportate dai più grandi quotidiani nazionali attraverso le loro edizioni on line.

La Sampdoria nel pomeriggio ha emesso il seguenet comunicato: «In merito alle notizie pubblicate dagli organi di stampa nella giornata odierna, il CdA di U.C. Sampdoria precisa che si tratta degli stessi fatti di cui al comunicato del 3 luglio 2017 ed è sicuro della correttezza del proprio operato, altrettanto fiducioso rispetto al lavoro della Magistratura».