Sampdoria-Bologna: i precedenti

0
237

Nel turno infrasettimanale arriva al “Ferraris” il Bologna di Donadoni, nei 45 precedenti la Sampdoria si è imposta 22 volte, con 12 pareggi ed 11 vittorie emiliane.
Il 12 Febbraio dello scorso anno l’undici di Giampaolo, sotto di un gol ad otto minuti dal termine per il gol di Dzemaili nel primo tempo, segnò tre volte con un rigore di Muriel concesso con una certa generosità, raddoppio un minuto dopo di Schick e gol del 3-1 arrivato grazie ad un’autorete di Mbaye.
Anche nella stagione precedente, il 14/9/2015, il successo arrivò nell’ultimo quarto d’ora di gara, con i sigilli di Eder e Soriano e petroniani in dieci per l’espulsione di Rizzo, nel gennaio 2014 fu invece il Bologna a gioire sul filo di lana, pareggiando grazie ad un rigore di Diamanti il vantaggio siglato da Gabbiadini, l’anno prima bastò l’acuto di Andrea Poli, attuale centrocampista bolognese.

Nel campionato 2009-2010 una super Sampdoria era già avanti per quattro a zero all’intervallo, con i gol di Pazzini, Ziegler e Daniele Mannini, a segno due volte, con Osvaldo che nel secondo tempo siglò il gol della bandiera.
I felsinei non vincono nella Genova blucerchiata da oltre vent’anni, era il marzo 1988 quando una tripletta di Kenneth Andersson rovesciò nella ripresa il 2-0 della prima frazione , maturato con i sigilli d’autore di Montella e Veron, anche l’anno precedente, il 2/3/1997, il gol di Montella venne rimontato dalla doppietta di Kolyvanov, attaccante di quel Bologna allenato da Renzo Ulivieri.

La Sampdoria di fine anni ottanta ottenne tre vittorie convincenti, nel novembre 1988 il 4-1 finale fu firmato da Mancini, Victor, Dossena e Vialli, con Poli a segno per gli ospiti, nel novembre 1989 il 3-0 portò le firme di Dossena, Lombardo e Vialli mentre il 23/9/1990 il 2-1 riporta sul tabellino i nomi di Lombardo, Mikhailichenko e dell’ungherese Lajos Detari.
Quando il campionato iniziava ad ottobre, il giorno 3 del 1971, prima giornata, il 2-1 finale fu firmato da Dino Spadetto e Luisito Suarez dopo il vantaggio ospite di Fausto Landini, la stagione successiva era il 24 Dicembre 1972 , dodicesima giornata, la Samp si presentò a quella partita senza aver ancora vinto una partita e la squadra fece proprio l’appello della rivista Sampdoria Club, che titolava: “Coraggio, vinciamo!”. In quella vigilia natalizia i gol di Giancarlo Salvi ed ancora di Spadetto resero inutile il gol ospite di Marino Perani, a difendere la porta rossoblù c’era Piero Battara, indimenticato portiere della Samp per molte stagioni.