Napoli-Sampdoria: i precedenti

0
495

Sono solo dieci i successi della Sampdoria nei 68 viaggi all’ombra del Vesuvio: l’ultima vittoria risale a quasi vent’anni fa, il 19/4/1998 una doppietta del francese Laigle fece sorridere i blucerchiati.

I pareggi sono 27, l’ultimo del 30/8/2015, finì 2-2, con Napoli in vantaggio alla fine del primo tempo grazie alla doppietta di Higuain ed Eder a segno due volte nella ripresa, con Muriel che nel finale colpì una traversa.

Lo scorso 7 Gennaio il gol di Tonelli al 50’ della ripresa punì oltremisura una bella Samp, in vantaggio alla mezz’ora grazie ad un’autorete di Hysaj dopo percussione da destra di Schick. Nel finale prima l’ex Gabbiadini al 33’ della ripresa ed in pieno recupero come detto Tonelli decretarono la sconfitta per gli uomini di Giampaolo, che rimasero in dieci dopo un quarto d’ora della seconda frazione per la discussa espulsione di Silvestre, reo di aver disturbato Reina che rinviava la sfera.

La vittoria forse più bella è quella del 18/11/1990, la Samp a fine stagione vinse lo scudetto e quel pomeriggio, dopo il vantaggio locale di Incocciati, si scatenarono Vialli e Mancini, autori di una doppietta a testa, con la fantastica rete al volo di Mancini dopo lunga volata sulla destra di Lombardo.

Nella prima giornata della stagione 1993-1994, era il 29 Agosto, il 2-1 finale reca le firme nobili di David Platt e Ruud Gullit, mentre il 7/11/1982 la stoccata di Sandro Scanziani regalò i due punti all’undici allenato da Renzo Ulivieri, il 15/5/1988, ultima giornata, il 2-1 finale fu siglato da Luca Pellegrini e Vialli dopo il vantaggio del Napoli siglato da Andrea Carnevale.

Alla fine degli anni sessanta il grandissimo protagonista fu Piero Battara, portiere blucerchiato, capace di parate straordinarie in più di un’occasione con la Samp corsara con un rotondo 3-0 il 13/10/1968 , con gol di Francesconi, Vieri e Frustalupi ed ancora vincente la stagione dopo, il 15/2/1970, con un classico 2-0 firmato da Giancarlo Salvi e Rocco Fotia.

Marco Ferrera