Gli arbitri nelle stracittadine genovesi: storie, curiosità, aneddoti

I 62 derby genovesi   disputati finora in serie A hanno visto la presenza di 43 arbitri; ovviamente per parecchi di loro le direzioni sono state multiple. Abbiamo provato a stilare questa intrigante classifica :

4 direzioni : Campanati (Milano)

3 direzioni : Pieri (Trieste)

2 direzioni :Gamba (Napoli), Gemini (Roma), Liverani (Torino),Righi (Milano), Marchese (Napoli), Menicucci (Firenze), Agnolin figlio (Bassano del Grappa),D’Elia (Salerno), Lanese (Messina), Ceccarini (Livorno), Rizzoli (Bologna), Rosetti (Torino), Tagliavento (Terni), Morganti (Ascoli Piceno)

1 direzione : Dattilo (Roma), Agnolin padre (Bassano del Grappa),Galeati (Bologna), Carpani (Milano), Bertoglio (Torino), Marchetti (Milano), Maurelli (Roma), Piemonte (Monfalcone), Orlandini (Roma), Mayer (Federazione Austriaca), Butti (Como), Sbardella (Roma), Concetto LoBello (Siracusa), Menegali (Roma) Motta (Monza), Gussoni (Tradate), Barbaresco (Cormons), Longhi (Roma), Trentalange (Torino), Nicchi (Arezzo), Baldas (Trieste), Beschin (Legnago), Pairetto (Nichelino), Farina (Novi Ligure), Mazzoleni (Bergamo), Orsato (Schio), Valeri (Roma)

– Giulio Campanati di Milano è a capo di questa speciale classifica con 4 derby diretti nel primo quinquennio anni 60. Persona autoritaria, un’eminenza grigia (aveva grigi pure i capelli), divenne in seguito presidente della commissione arbitrale. Un direttore di gara ai limiti della perfezione.

– Al secondo posto con 3 direzioni  fra gli anni 40 e 50 troviamo Pieri. Non si trattava del nostro Claudio Pieri genovese che peraltro arbitrò un  derby amichevole, ma di un illustre arbitro di quell’epoca della sezione di Trieste.

– La dinastia Agnolin di Bassano del Grappa ha pure detto la sua nei derby genovesi. Il padre diresse il primo vinto dal Genoa nella stagione 47-48. Il figlio dal canto suo diresse 2 stracittadine fra cui quella del marzo 1984 finita 0-0 dove annullò ben 2 reti ai blucerchiati

– Generoso Dattilo di Roma è passato alla storia derbistica in quanto diresse la prima stracittadina genovese il 3 novembre 1946 (vittoria doriana per 3-0).Arbitro internazionale che, ad onta… del nome di battesimo è rimasto celebre perché raramente decretava i calci di rigore. Ne assegnò non più di una decina il tutta la sua lunga carriera.

– Il derby genovese ha pure parlato straniero. Nel marzo 1957 venne designato l’austriaco Mayer stimatissimo arbitro di spessore mondiale. I maligni sostenevano alla vigilia che sarebbe stato, diciamo, di manica larga nei confronti di Ernest Ocwirk suo connazionale e nell’occasione capitano della Samp. La partita finì 1-1 ma i blucerchiati si videro annullare ben due segnature, una della quali dello stesso Ocwirk….

– Il grande Concetto Lo Bello non poteva mancare all’appello sia pure con una solo presenza. E’ riferita alla partita dell’aprile 1965 vinta 1-0 dal Genoa con gol di Zigoni Fu un derby scialbo, modesto, in cui il grande fischietto non ebbe neppure modo di …..ergersi a protagonista.

– Motta di Monza, diresse la gara del marzo 1974 finita 1-1 con pareggio del doriano Maraschi al 92’. Nella  quotidianità era grande amico di Sidio Corradi, in campo quel giorno. Tuttavia, nella circostanza non mancò di espellere lo stesso Sidio per un fallo di reazione nei confronti dell’esordiente diciottenne Enrico Nicolini.

–   Trentalange di Torino, nome che fa rabbrividire i doriani, diresse il derby nella primavera del 1992. La partita finì 2-2. Bologna era ancora lontana 7 lunghi anni

– A Farina di Novi Ligure venne affidata la direzione del derby di andata stagione 2008-2009. Vinse 1-0 il Genoa con gol di Milito, ma arbitro già contestato dalla frangia doriano prima ancora della partita. Unica sua colpa, si diceva, quella di essere di fede rossoblu  aggravata (si fa per dire)dal fatto che una sua sorella, tifosa del grifone, viveva e vive tuttora a Genova. Il suo arbitraggio fu in realtà ineccepibile, ma come era possibile convincere i doriani della sua buona fede nel momento in cui annullò per un dubbio fuorigioco nel finale la rete del possibile pareggio di Fornaroli?

– Valeri di Roma è stato l’ultimo arbitro della stracittadina vinta dalla Samp 1-0 (Maxi Lopez). Altra coincidenza in parallelo al risultato : era   capitolino come il primo; Generoso Dattilo.

– A questo punto……. Avanti il prossimo!

Marco Colla