Mercato Genoa, cercasi bomber: Lapadula il preferito ma non è l’unico

0
446
Lapadula è uno degli obiettivi del Genoa per il prossimo mercato
Lapadula è uno degli obiettivi del Genoa per il prossimo mercato
Terme di Genova

Simeone potrebbe partire, così il mercato del Genoa si muove attorno alla ricerca di un  bomber. Lapadula è il preferito di Juric ma ci sono altro nomi sulla lista.

La caccia a Simeone è partita e difficilmente una delle tante pretendenti non sborserà i venti milioni richiesti da Preziosi. L’Everton, per esempio, starebbe per incassare quasi ottanta milioni per Lukaku, e potrebbe scegliere proprio il Cholito per sostituirlo. La Fiorentina si è spinta fino a 15 e quando venderà Kalinic avrà le borse piene per alzare l’offerta. In più ci sono Siviglia e Villareal pronte al rilancio.

Mercato Genoa: la lista per il dopo Simeone

In caso di cessione il preferito di Juric resta Lapadula per  cui l’anno scorso era già pronta la maglia numero 10. L’inserimento del Milan fece crollare il castello, ma ora i rossoneri cercano una punta e l’ex Pescara potrebbe partire. Se così dovesse essere il Genoa sarebbe pronto a entrare in competizioni con altre squadre per acquistarlo.

Piace, anche lui da un paio di stagioni, Babacar. L’addio di Kalinic non gli spalancherà le porte della maglia da titolare della Fiorentina e questa sarebbe la spinta per la cessione. Da sostituto quest’anno ha segnato 10 gol, è giovane e pronto per affrontare un campionato da bomber, bisognerà però capire quanto lo valuterà la Fiorentina, difficile che possa essere contropartita del possibile affare Simeone. Smentito l’interesse per Yaya Sanogo, che si svincolerà dall’Arsenal nelle prossime settimane, l’occasione potrebbe arrivare da Roma sponda Lazio, ed è Djordjevic. Il problema in questo caso è l’ingaggio così come lo stipendio molto alto è il nodo da sciogliere se davvero si vorrà provare a riportare a casa Pavoletti. Il direttore sportivo Donatelli ha parlato molto bene di Zapata, lui sì che è in uscita dal Napoli e per acquistarlo c’è la coda.