La (lunga) storia dei precedenti di Genoa-Milan

0
277

Sono 50 i precedenti al “Ferraris” dall’introduzione del girone unico tra Genoa e Milan, con 14 successi rossoblu, 19 pari e 16 vittorie rossonere.

Nelle ultime tre stagioni il Diavolo è sempre uscito sconfitto: il 25 Ottobre 2016 finì con un rotondo 3-0, con rete iniziale di Ninkovic di testa su cross di Rincon ed autorete di Kucka e sigillo finale di Pavoletti, con Milan rimasto in dieci in avvio di ripresa per l’espulsione di Paletta.

Il 28/9/2015 fu sufficiente una punizione di Dzemaili deviata dalla barriera, il 7 Dicembre dell’anno precedente l’1-0 finale fu siglato da Antonelli, attuale giocatore milanista.

Il Milan non vince nella Genova rossoblù dal 7/4/2014, quando Taarabt ed Honda resero inutile il gol della bandiera siglato da Motta, che sfruttò un’indecisione di Abbiati; anche nei due campionati precedenti arrivarono due vittorie rossonere, l’ultimo pareggio avvenne nella stagione 2010-2011 , con il vantaggio interno di Floro Flores ed il pari siglato da Pato.

Il 9 Maggio 2010 si giocò a porte chiuse e decise una rete di Beppe Sculli, entrato nel tabellino dei marcatori anche il 14/9/2008 insieme a Milito, in gol su rigore ed alla prima rete in serie A della sua carriera mentre il 26/8/2007 il Milan s’impose con un rotondo 3-0 grazie ad Ambrosini ed alla doppietta di Kaka.

Il pari per 2-2 del 6 Giugno 1993 significò la salvezza per i ragazzi guidati da Claudio Maselli, in rete con Caricola e con il povero Fortunato che a dieci minuti dalla fine pareggiò il vantaggio degli ospiti siglato da Simone e Papin, il 15/4/1984 il 2-0 arrise al Grifone, in una sfida decisa da Onofri e Briaschi su rigore, Oscar “Flipper” Damiani fu decisivo il 10/4/1977.

Nella stagione 1954-1955 il tabellino riporta un clamoroso 8-0 per il Diavolo, con i gol d’autore di Nordahl, autore di una tripletta , Frignani e Schiaffino a segno due volte e singola di Nils Liedholm ma quando si gioca questa partita non possiamo dimenticare quanto avvenne il 29 Gennaio 1995 quando, sul piazzale antistante lo stadio, un tifoso genoano, Vincenzo Spagnolo, “Spagna” per gli amici, venne accoltellato a morte dal diciottenne Simone Barbaglia. Quando si diffuse la tragica notizia l’incontro venne sospeso ed iniziò una guerriglia urbana che proseguì per molte ore, lasciando nel dramma una famiglia e la tifoseria genoana.

Per la cronaca l’incontro venne recuperato il successivo 15 Febbraio con i gol di Skuhravy e dell’ex Panucci.