Genoa: Ballardini ha già fatto meglio di Juric

0
87
Ballardini allenatore del Genoa
Ballardini allenatore del Genoa

In tre partite di campionato Ballardini ha già messo insieme sette punti, senza contare la vittoria in Coppa Italia. Juric si era fermato a sei.

E’bastato un mese a Davide Ballardini per prendersi il Genoa e trascinarlo fuori dalla zona retrocessione. Il generale rossoblù, tanto amato dalla tifoseria, in campionato ha vinto a Crotone, pareggiato con la Roma e poi ha chiuso con tre punti a favore il caldissimo scontro diretto con il Verona lunedì scorso. Due vittorie pesantissime e un pareggio contro una grande, a questo si aggiunge il successo con annesso passaggio del turno in Coppa Italia per un mese da favola.

Genoa: Ballardini meglio di Juric

Il confronto con il passato è impietoso, i sette punti di Ballardini sono già più dei sei messi in cascina da Juric in tredici sfide di campionato. Un ruolino di marcia, quello del croato, con una vittoria a Cagliari, i pareggi con Sassuolo, Chievo e Milan e le sconfitte con Juventus, Udinese, Lazio, Inter, Bologna, Napoli, Spal a cui si aggiunge quella fatale nel derby con la Sampdoria.

Il successo di Ballardini non è solo una questione di punti, il neo allenatore ha blindato al difesa che ha subito gol solo con la Roma evitando le imbarcate dell’era Juric, quattro reti con la Juve, tre con la Lazio e con il Napoli e due con Sampdoria e Cagliari. In un mese il Genoa ha ritrovato certezze grazie ad un modo di giocare semplice e forse non bellissimo, perché di questo c’era bisogno. Prima i punti, poi il divertimento, lo aveva lasciato intuire Ballardini in sede di presentazione e la promessa è stata mantenuta. Una volta che la zona retrocessione sarà lontana il tecnico lavorerà anche sulla bellezza del calcio da mettere in campo, ora è troppo presto, ora la necessità è continuare su questa strada, partendo dall’Atalanta lunedì prossimo. Contro il maestro del bel gioco Gasperini, Ballardini rimetterà in campo il suo Genoa granitico, l’obiettivo è quello di continuare la striscia positiva e dare l’ennesimo schiaffo ai fantasmi della retrocessione.