Da Crotone a…Crotone: il miracolo sportivo di Ballardini

0
213
Il tecnico del Genoa Ballardini
Il tecnico del Genoa Ballardini

Otto punti conquistati nei quattro impegni casalinghi (tra cui il derby), con quattro reti segnate e solo due subite e salvezza virtualmente conquistata. Da Crotone a Crotone, trentadue punti ottenuti , questo il miracolo sportivo di Davide Ballardini, che ha risollevato le sorti di un Grifone in caduta libera dopo la sconfitta nel derby d’andata. La partita contro la squadra calabrese è stata vinta senza soffrire più di tanto contro il modesto undici di Zenga, alla caccia di punti salvezza, ancora una volta il pragmatismo e la concretezza del tecnico ravvenate ha avuto ragione, ottenendo l’ennesima vittoria di misura, senza subire reti. Ha deciso il colpo di testa in beata solitudine di Daniel Bessa, arrivato quasi alla mezz’ora di un match in cui in campo c’era solo il Grifone, che in avvio aveva anche usufruito di un rigore per intervento in uscita di Cordaz su Medeiros, poi tolto da Irrati dopo consultazione al Var e conseguente ammonizione per simulazione dell’esterno genoano.

Dicevamo di un Genoa che nei primi quarantacinque minuti ha disposto agevolmente dell’undici di Zenga , andando al riposo con un parziale risicato in rapporto a quanto si era visto sul terreno, con un Crotone incapace di fare il solletico a Spolli e compagni; nella ripresa l’ex tecnico della Sampdoria ha ridisegnato la sua squadra, sostituendo Ajeti, schierato in un’incomprensibile posizione di play davanti alla difesa, con Barberis e la manovra degli ospiti ne ha guadagnato in ampiezza e possesso palla, approfittando anche dell’atteggiamento di attesa di Bertolacci e compagni che comunque, al di là di un colpo di testa di Ricci intorno alla mezz’ora che ha colto il legno di Perin, ha fatto solo il solletico ad una retroguardia guidata con la solita sagacia da Spolli, ben coadiuvato da Rossettini e Zukanovic. E sono stati i rossoblu locali a sfiorare il raddoppio nel finale, prima con Cofie, che era entrato per uno stanco Bessa a rimpolpare la linea mediana, con un destro di poco a lato e successivamente con una traversa di Bertolacci, dopo percussione di Pandev murato da Cordaz. Tre punti che ormai certificano la salvezza , arrivati con merito contro un’avversario peraltro modesto, a questo punto si attendono prestazioni che possano lievitare sul piano del gioco e della leggerezza mentale da parte del Grifone anche se la notizia che tutti i tifosi genoani attendono con ansia sarebbe quella della riconferma di Ballardini, acclamato a gran voce dalla Nord e non solo nel corso della partita, con la società che non lascia ancora trapelare nulla su chi guiderà il Vecchio Balordo nella stagione 2018-2019: sarebbe delittuoso non permettere al tecnico ravvenate di proseguire la sua avventura alla guida del Genoa, considerato anche il forte rapporto instauratosi con la squadra, la tifoseria e tutto l’ambiente genoano.